Home || EVENTI Calendario degli eventi Privacy EPrivacy, 8 giornata dei corsi per DPO

EPrivacy, 8 giornata dei corsi per DPO

150
0

L’8 giornata del corso #dpo è online su #eventbrite. Iscrizioni a questo link https://eventbrite.com/e/eprivacy-il-nuovo-reg-eu-sulle-comunicazioni-ele-tickets-154588714005…

Si parlerà del Reg Eu #EPrivacy il 26 maggio alle 17.00 con #privacyacademy

L’iter legislativo per l’approvazione del Regolamento ePrivacy non è ancora concluso e poichè deve affrontare le negoziazioni del Consiglio e del Parlamento europeo. Inoltre si ricorda che detto Regolamento dovrà coordinarsi con il Gdpr.

La prima bozza proposta dalla Commissione risale al 10 gennaio 2017 mentre l’ultima bozza è stata predisposta durante la presidenza portoghese del Consiglio. Una volta terminate le negoziazioni del Trilogo (Commissione, Consiglio e Parlamento europeo), il testo finale del Regolamento entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea con un probabile biennio di attesa per l’applicazione definitiva come è avvenuto con il Regolamento generale sulla protezione dei dati.

Le disposizioni del Regolamento ePrivacy andranno a precisare e regolamentare le disposizioni del GDPR a tutela dei dati personali, declinando i principi e le regole generali in materia di protezione dei dati personali, in norme specifiche volte a disciplinare le comunicazioni elettroniche. 

I dati delle comunicazioni elettroniche saranno riservati. Qualsiasi interferenza, compreso l’ascolto, il monitoraggio e l’elaborazione dei dati da parte di chiunque non sia l’utente finale, sarà vietata, salvo quando consentito dalla normativa ePrivacy in coerenza con il GDPR.

Il trattamento lecito dei dati delle comunicazioni elettroniche in ASSENZA del consenso dell’utente sarà possibile ad esempio, per perseguimento di reati o prevenzione di minacce alla sicurezza pubblica, ma certamente i casi di leceità saranno ben evidenziati e specifici.

Naturalmente il Regolamento si occupa anche di cookie, ma soprattutto di modalità per essere più trasparentei sui concetti di profilazione e targeting nei confronti degli utenti.