Home EDITORIALE corsi dpo HACKtheDOC. L’hackathon di legal design a cui abbiamo partecipato

HACKtheDOC. L’hackathon di legal design a cui abbiamo partecipato

124
0

HACKtheDOC è stato il primo hackathon italiano di legal design organizzato da Legal Hackers Roma. L’evento online del 10, 11 e 12 dicembre 2020 ha riunito team di studenti, ricercatori, professionisti e appassionati per tradurre “in legal design” un contratto, un atto processuale, o una privacy policy.

Il Garante per la protezione dei dati personali ha promosso una delle tre Challenge, quella sulla Privacy Policy, definendo una mission specifica: ridurre di almeno il 50% i caratteri delle informative privacy delle principali piattaforme web e social (p.e. Google, Amazon, Facebook, WhatsApp), utilizzando anche icone, e altri elementi grafici e visivi. I progetti sono stati valutati da una giuria qualificata ed indipendente sulla base del Concept, Design, Sviluppo, e Presentazione.

Privacy Academy, nelle persone di Monica Gobbato, Giacomo De Simio, Giulia Scarpino e Fabio Leonardi, costituendo il team “Privacy Academy DarkSide”, ha partecipato all’hackathon. Abbiamo scelto analizzare la privacy policy della piattaforma TWITCH.TV, consultabile al sito https://www.twitch.tv/p/it-it/legal/privacy-notice/, nelle sue diverse sezioni, e renderla maggiormente comprensibile all’utente nell’ottica di legal design.

Nella prima slide abbiamo sintetizzato il nocciolo duro di un’informativa: dati del titolare e suoi contatti, tipologia di dati raccolti e finalità del trattamento, possibili comunicazioni a terzi e l’indirizzo (dpo@twitch.it – da noi inventato) per eventuali segnalazioni da parte degli interessati. Si fa sempre e comunque rinvio all’informativa completa consultabile sul sito della piattaforma.

Seguono le slide contenenti maggiori informazioni:

  • sul Titolare e i Responsabili del trattamento
  • tipologia di dati raccolti
  • finalità del trattamento
  • legittimità del trattamento
  • attività di marketing e profilazione
  • sicurezza
  • servizi di parti terze
  • scelte dell’utente nella gestione dell’account
  • i diritti dell’interessato
  • territorialità

* Grazie al supporto grafico di Fabio Leonardi ci è stato possibile realizzare le icone che accompagnano il testo informativo e che ricalcano fedelmente il logo della piattaforma.

L’esperienza dell’hackathon organizzato dal chapter romano della community mondiale di legal innovators, insegna a semplificare le informative senza alterare o ridurre il contenuto minimo delle informazioni necessarie acché l’utente comprenda in modo completo ed esaustivo tutti i suoi diritti e doveri.