Home EDITORIALE Cinema e Nuove Tecnologie Oscar 2021, un mix di potenti drammi sociali

Oscar 2021, un mix di potenti drammi sociali

528
0

Il film che vince l’Oscar 2021 è Nomadland. Il film americano di una regista cinese, Chloé Zhao celebrata anche come miglior regista, racconta la comunità nomade che si riprende gli ampi spazi americani intorno a un fuoco o a un mercatino dell’usato. Premiata anche la protagonista, la grande Frances McDormand (con il discorso più breve della serata) nel ruolo della vedova Fern. Il premio è stato dedicato alla comunità di nomadi.

Frances McDormand è stata premiata come miglior attrice (per la terza volta dopo Fargo nell’89 e Tre manifesti fuori Ebbing, Missouri nel 2018, film fantastico visto al Festival di Venezia) oltre che come produttrice.

A sorpresa l’Oscar per miglior attore protagonista è andato a Anthony Hopkins per The Father, assente a Los Angeles perché tornato nel Galles. 

Brad Pitt ha premiato la miglior attrice non protagonista per il film Minari. Il premio è andato all’attrice coreana Yoon Yeo-jeong, stupenda interprete della nonna del film. “Finalmente signor Pitt, felice di conoscerla. Dove è andato?” ha scherzato l’attrice il cui film è prodotto dalla casa di produzione Plan B di Pitt.

Nomadland e Minari sfidano i miti dello stesso sogno americano, con la promessa di un Paese accogliente e ricco di opportunità economiche.