Home Corsi Legal Innovation Crypto Coinference Bologna 2022

Crypto Coinference Bologna 2022

126
0

Indice

Cos’è la Cryptocoinference?
Il programma ufficiale
Gli argomenti trattati
Bitcoin e Crypto
Crypto Trading
NFT e Metaverso
Crypto e Tasse
Crypto Crime

LawBoat – Ottobre 2022 |
Corso Avanzato per DPO 2nd Ed.
Gallery delle foto


Cos’è la Cryptocoinference?

La Crypto Coinference è un appuntamento annuale a tema Crypto e Blockchain. Una conferenza formativa che fa da riferimento per la trattazione di tematiche sul digitale estremamente nuove, che hanno la necessità di essere spiegate con contenuti di qualità e all’interno di un luogo fisico dove, oltre ad apprendere le nozioni di base e gli orientamenti futuri, è possibile incontrare altri appassionati, professionisti, player, aziende e istituzioni che operano nella c.d. finanza decentralizzata (DeFI): un ponte tra le realtà aziendali e gli enti regolatori, da un lato, e investitori e utenti finali, dall’altro.

Ideata nel 2017, gli organizzatori Federico Lagni, Co-Founder & Event Director di Crypto Coinference, CEO di Enerev e Presidente di Tesla Club Italy e Francesco Redaelli, Co-Founder & CEO at Horizone Group, Co-Founder & Managing Director at Moneywide hanno realizzato, con la prima edizione di Milano 2018, quello che prima non c’era: un evento che aggregasse quante più entità possibili operanti nella DeFI, per crescere insieme e imparare gli uni dagli altri; andare oltre il mero profitto speculativo e trasferire conoscenze e consapevolezze affinché possa compiersi quel “next step” funzionale all’adozione di massa di certi sistemi.

Superata l’emergenza sanitaria da Covid19, che ha costretto in casa gli italiani per più di un anno, la Cryptocoinference è tornata per la sua terza edizione, quella di Bologna 2022, svoltasi nelle giornate del 5 e 6 maggio.

Il programma ufficiale

Il programma dell’evento e tutti i relatori
https://www.cryptocoinference.com/bologna-2022/

Gli argomenti trattati

Nonostante la crescita e il conseguente potenziale che le criptovalute stanno dimostrando negli ultimi anni, sia in termini finanziari che tecnologici, ci si scontra spesso con la scarsa conoscenza generale di questo settore. Ecco perché si vivrà un’evoluzione sempre più orientata all’incentivazione dell’educazione sull’industria degli assets digitali. È il senso dell’alfabetizzazione sul mondo Crypto: organizzare learning events e workshop per creare, con gli strumenti della decentralizzazione, un ecosistema operativo di sviluppatori, business e financial managers. Un ecosistema che guarda alla nuova generazione come la risorsa necessaria per fare cose nuove che fino ad oggi non si potevano fare. L’ascesa delle DeFi istituzionale porta infatti con sé nuovi scenari ed opportunità. Sempre più soggetti istituzionali si stanno approcciando alla DeFi, alla ricerca di rendimenti ormai impossibili da raggiungere nella finanza tradizionale.

I principi di trasparenza, tracciabilità e decentralizzazione propri della Blockchain pongono le fondamenta per un approccio rivoluzionario ai modelli di governance, finanziamento e sostegno economico. Grazie a strumenti come le DAO (Decentralized Autonomous Organization), realtà anche molto diverse fra loro, come singoli individui, professionisti, start-up, corporation e sovranità nazionali, possono creare o partecipare ad organizzazioni distribuite, ed accedere a modalità di supporto economico inedite e più immediate, fondate sulla partecipazione condivisa e paritaria di tutti gli attori coinvolti. Ma è davvero tutto oro ciò che luccica?

La rapida ascesa dei Digital Asset sta cambiando il panorama economico globale, creando sia opportunità che potenziali punti di attenzione per i business nuovi ed esistenti. Sostenuto dalla tecnologia Blockchain, questo nuovo paradigma richiede l’evoluzione dei modelli di business esistenti. Dalla compravendita e dalla custodia di asset digitali, passando per le FinTech e le banche tradizionali che offrono questa tipologia di asset alla clientela, oggi si osserva un mercato con una capitalizzazione superiore a 2 trilioni di dollari. Le nuove applicazioni del Web 3.0 stanno dimostrando il potenziale innovativo dei token non fungibili (NFT) in vari settori, unito all’automazione di processi di business per mezzo di smart contract fino ad arrivare alla tokenizzazione di strumenti finanziari (Security Token) e allo sviluppo di monete digitali di Banca Centrale (CBDC). Nei prossimi anni vedremo gli impatti crescenti di queste applicazioni in diversi settori di business.

Relatori:

– Andrea Ferrero, CEO at Young Platform
– Diego D’Aquilio, CEO & Co-Founder at Anubi Digital
– Fabrizio Tonelli, President at Decentra
– Stefano Rossi, Manager PwC Italia
– Vincenzo Rana, Co-Founder e CEO di KNOBS

Bitcoin e Crypto

I normali processi della finanza tradizionale mal si conciliano con le peculiarità del mondo crypto. Per soddisfare la crescente domanda di questa nuova asset class sono necessari paradigmi di cyber security radicalmente nuovi, e nuove competenze di crypto wealth management.

Trascorsi oltre 13 anni dalla nascita della rete Bitcoin, il mercato delle valute digitali ha subito una rapida evoluzione. L’uso di Bitcoin come sistema di pagamento, e del suo principale layer 2, si sta diffondendo molto rapidamente, anche nel B2B. È quindi importante per le aziende comprendere qual è l’identikit del “crypto-consumatore” tipo e come un gateway di pagamento può rendere plug and play intercettarlo.

Grazie a Bitcoin, i concetti di disintermediazione e decentralizzazione sono divenuti aspetti fondamentali nello scenario della nuova finanza. Occorre pertanto individuare tempestivamente quali saranno gli scenari e le dinamiche del futuro della finanza, in cui conviveranno criptovalute, token e valute digitali emesse da banche centrali.

Relatori:

– Ferdinando M. Ametrano, CoFounder at CheckSig
– Christian Miccoli, Co-Founder & Co-CEO at Conio | Former President & CEO at CheBanca!
– Daniele Pregnolato,CEO di tinkl.it, il Bitcoin Payment Processor italiano, controllato dalla Digital Rock Holding SPA.

Crypto Trading

È possibile fare trading con le crypto non solo tutelandosi durante le fasi di ribasso dei mercati, ma anche sfruttandole a proprio vantaggio, abbattendo al minimo il rischio di perdite finanziarie. Asset Allocation: esporsi in crypto a rischio controllato. La Crypto Spread Trading è una strategia che potenzialmente permetterà di abbattere non solo al minimo il rischio della perdita, affrontando al meglio le fasi di bear market, ma permetterà anche di imparare a sfruttare a proprio vantaggio le fasi di ribasso dei mercati. Creando delle posizioni definite market neutrali è possibile rimanere coperti dai ribassi dei mercati. Spesso ci si concentra troppo su cosa e quando acquistare. Ma per controllare il potenziale di rischio occorre fare un passo indietro: comprendere quanto sia più importante l’allocazione strategica del proprio capitale e la sua gestione attiva.

Relatori:

– Mauro Caimi, Youtuber at Tradingon, Financial Quantitative Trader & Financial Advisor, Crypto Enthusiast, Crypto Trainer, Founder of Tradingon Academy
– Luca Boiardi, Founder at The Crypto Gateway | Youtuber

NFT e Metaverso

Il 2021 è stato l’anno in cui è esploso il fenomeno degli NFT, che pongono sfide completamente nuove anche sotto il profilo fiscale per creatori, commercianti ed investitori. Nel campo delle cryptovalute tradizionali, dopo la risposta all’interpello 788/2021 pubblicata a novembre dalla Agenzia delle Entrate, il quadro complessivo è ormai abbastanza chiaro per quanto riguarda le attività “classiche” di investimento e trading. Le attività di mining, staking, lending, e la DeFi in generale, fino ad ora non hanno ricevuto altrettanta attenzione.

La crescita del Web 3 e l’entusiasmo per NFT e Metaverso porteranno a una evoluzione positiva in ambito sociale? I nuovi paradigmi di posizionamento e valorizzazione degli NFT consentono il loro utilizzo per incrementare il capitale sociale delle società di capitali e per accedere a nuove forme giuridiche di natura finanziaria come la “proprietà” nel metaverso. A partire dalla CryptoArte e con il mercato dei collectibles, ormai divenuto mainstream, si aprono nuovi utilizzi per gli NFT, non solo per la moda e per il design. E in questo scenario, giocheranno un ruolo di assoluto rilievo le community green. Gli NFT: una nuova specie di CryptoAsset. Da oggetti di collezione al play-to-earn, gli NFT offrono incredibili opportunità: possono essere impiegate come carte da collezione, carte da gioco, strumenti di marketing… con significativi vantaggi per le aziende tradizionali che decidono di includerli nel proprio ecosistema.

Relatori:

– Giorgio D’Amico, Dott. Commercialista
– Alessandro Brunello, Founder & Director at WrongTheory.xyz | Co-Founder & President at Mirai Labs
– Avv. Sergio Oliveri, Legal Advisor di Seven Art srl, Blockchain Advisor ed esperto in diritto delle nuove tecnologie, Michele Patti, CEO URBAN THEORY
– Avv. Andrea Conso, Co-Founder Annunziata&Conso, Membro dell’Advisory Board di Cryptovalues e Avv. Antonio Di Giorgio, Partner Annunziata&Conso.
– Modera: Vittorio Carlini, giornalista de Il Sole 24ore – Cesare Florio, Founder at Coin of Champions, Simone di Sabato, CMO at Coin of Champions

Crypto e Tasse

L’aspetto fiscale è quello sicuramente più preoccupante dell’investimento in criptovalute e viene affrontato anche nell’ambito di questa conferenza. Naturalmente non ci si dimentica che il contribuente italiano possa essere soggetto a rischi di pesanti sanzioni. Il tema legato alla dichiarazione ed alla tassazione su criptovalute è più attuale che mai, ma c’è ancora molta incertezza normativa che domina questa materia in Italia. Il dottor D’Amico illustra i riscontrati dubbi sulla compilazione del quadro RW ed RT ed evidenzia che c’è solo una cosa certa: è fondamentale essere in grado di ricostruire la storia delle proprie Crypto e dimostrarne la provenienza al momento del cashout. È importante capire la differenza tra Dichiarazione ed Imposizione, e come usare la tecnologia per completare il proprio tax report; qual è il modo migliore per fare cashout e quali sono gli errori da evitare per spendere i propri cripto proventi, mettendosi al riparo dal fisco italiano.

Nell’incertezza normativa, è necessario farsi affiancare da professionisti e avere strumenti che aiutino gli utenti e le aziende nella compilazione dei documenti necessari per le dichiarazioni al fisco e per i bilanci. Attraverso l’uso di software specializzati è possibile automatizzare i calcoli e di rendicontare le criptovalute. CryptoBooks è un crypto tax software e portfolio tracker, consentire di connettere Exchanges, Wallets, DeFi protocols, CeFi accounts, NFTs, in un‘unica soluzione, per tenere sotto controllo tutte le cripto valute ed essere conforme alle leggi e alle disposizioni fiscali del proprio Paese. Calcolare stock e plusvalenze, creare e scaricare report pronti per l’uso.

Relatori:

– Vincenzo Pone, Co-Founder at MoneyViz e Paolo Luigi Burlone, Founder Coinlex
– Gianluca Massini Rosati, Presidente di Soluzione Tasse e Supporting Member di Xriba Association
– Federico Pacilli, CEO di CryptoBooks e Co-Founder di Xriba

Crypto Crime

La continua crescita e sviluppo del mondo cripto ha prodotto la nascita anche di nuove forme d’illecito e problematiche da affrontare con tecniche complesse d’indagine forense e sequestro giudiziario, nonché di nuovi aspetti regolatori in tema di antiriciclaggio. La tecnologia Blockchain può essere impiegata per identificare le tendenze e le opportunità del settore e mitigare i rischi dell’adozione della criptovaluta. Il Cryptocurrency Crime Report del 2022 contiene un’analisi approfondita di come i criminali utilizzano la criptovaluta per attività illecite e gli strumenti disponibili per combattere il crypto crime.

Relatori:

– Marco Severi, Head of Private Sector Med at Chainalysis, ulteriori relatori in definizione
– Col. Ivan Bixio, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Reggio Emilia – consulente della Commissione Parlamentare d’inchiesta sul sistema bancario e finanziario,
– Paolo Dal Checco, Consulente Informatico Forense.


LawBoat – Ottobre 2022 | Corso Avanzato per DPO 2nd Ed. – Settembre 2022

Monica Gobbato, Presidente di Privacy Academy, ha partecipato all’evento, registrando un diffuso interesse per le questioni trattate e per le modalità di svolgimento della conferenza, ricca di contenuti e professionalità da conoscere (ivi compresi i più giovani youtuber e influencer che spopolano sui social network come Instagram e TikTok – tra i quali il mitico JakiDale)

Di Crypto si parlerà anche nella crociera di Ottobre – LawBoat
ed all’interno della seconda edizione del Corso Avanzato per DPO di Privacy Academy che inizierà a settembre!

Link alla seconda edizione disponibile a breve


Gallery delle Foto


Avv. Monica Gobbato
Giacomo De Simio